I viaggi sono legati al superamento delle frontiere, ma che per frontiere si devono intendere anche le frontiere della mente.

Sono Sabrina e viaggiare è la costante della mia vita.

Inguaribilmente curiosa, con un’anima per metà sognatrice e per metà analitica, per metà estroversa e per metà introversa, ti porto con me a scoprire il mondo – e anche un po’ te stessə.

Viaggio da quando ero bambina e tuttora, appena posso, fuggo a scoprire un nuovo angolo del nostro incredibile pianeta.

Questa è la mia storia.

viaggio-fuori-e-dentro
viaggio-fuori-e-dentro

Ciao, sono Sabrina!

Mi chiamo Sabrina e mi nutro di viaggi. Ho iniziato a viaggiare quando ero piccola e da allora non mi sono più fermata.

Il più grande regalo che mi hanno fatto i miei genitori è insegnarmi a viaggiare. A 7 anni il mio primo volo mi ha portato da New York alle Cascate del Niagara in Canada. Da quel momento ho cominciato a conservare gelosamente i tagliandini delle carte d’imbarco e a scrivere su un foglio i voli e gli aeroporti che avevo toccato. Ho viaggiato in nave dall’Italia verso le Americhe e in tutto il Mediterraneo. Da bambina mi sono innamorata del mercato delle spezie nell’isola di Guadalupa e da allora i mercati (e supermercati) sono una tappa obbligata di ogni mio viaggio.

Ho navigato sul delta del Mekong, sull’East River di New York, sui catamarani in varie isole greche e veleggiato fino all’Isola d’Elba.

Ho percorso le vie della musica tra Nashville, Memphis e il profondo sud degli Stati Uniti.

Ho camminato sulle rotaie del ponte sul fiume Kwai in Thailandia e mi sono immersa nella rigogliosa vegetazione di Bali.

Ho ballato le danze folkoristiche degli abitanti di Amantaní, sul Lago Titicaca e sono salita a piedi fino a 5200mt a godermi la Montagna dei Sette Colori in Perù.

Ho chiacchierato con i monaci buddisti in Laos e conosciuto viaggiatori di ogni nazionalità negli ostelli del Sud America.

Mi sono persa nei paesaggi delle Highlands in Scozia e tra i fiordi selvaggi della Norvegia. Sono scesa nelle cavità sotterranee dei Cu Chi Tunnels in Vietnam e volata in mongolfiera sul cielo albeggiante della Cappadocia.

Ho conosciuto il caldo del deserto in Egitto e a Dubai, l’immancabile freddo del Canada e le poche ore di luce della Finlandia.

Ho assaggiato carne di cammello in Egitto, di renna in Finlandia e di alpaca in Bolivia

Mi sono imbattuta negli alligatori nel Parco di Everglades in Florida e nei serpenti a sonagli del White Sands in Nuovo Messico, USA.

Ho ripercorso l’itinerario della lotta all’Apartheid sulle orme di Martin Luther King tra la Georgia e il Tennessee e ho rivissuto le condizioni degli abitanti delle piantagioni di canna da zucchero attraverso i loro racconti in Lousiana.

Ho attraversato a piedi la frontiera tra Bolivia e Cile, ho scalato le rovine Maya di Calakmul e nuotato nei cenotes in Messico e ho assistito a una lezione di tango argentino a Buenos Aires. Mi sono emozionata davanti al Muro del Pianto a Israele e, seppur atea, nel luogo del battesimo di Gesù a Betania in Giordania. Ho visto il tramonto ad Angkor Wat in Cambogia e l’alba che illumina Machu Picchu in Perù.

In tempo di pandemia mi sono data la possibilità di scoprire meglio quasi tutta l’Italia, innamorandomi in particolare di Puglia, Basilicata e TrentinoAlto Adige.

 

Amo il brivido del cambiamento, odio la prevedibilità degli stereotipi. Mi spaventano i limiti, specie se autoimposti, e cerco sempre di spingermi oltre ai miei per non ritrovarmi prigioniera. E il viaggio in questo è un alleato prezioso.

Uso il viaggio come strumento di crescita personale e come una palestra per corpo e mente. Le destinazioni che più mi conquistano sono quelle che mi costringono ad allontanarmi dalle mie abitudini e mi consentono di tornare ogni volta un po’ diversa.

I viaggi mi hanno cresciuta e cambiata e ad oggi sono il mio non-negotiable. Conservo ancora quel foglio sgualcito iniziato più di 30 anni fa che conta voli e aeroporti e non ho intenzione di smettere di usarlo.

Il Blog

Viaggiofuoriedentro

Viaggiofuoriedentro è un blog di viaggi che nasce dalla voglia di condividere la mia passione per il mondo e per essere di aiuto a chi vuole organizzare il suo prossimo viaggio o vuole imparare a farlo.

Per la mia parte Sognatrice...

Qui troverai itinerari di viaggio, più che di vacanza, sempre vissuti il più possibile da un punto di vista local e non turistico, al fine di riportare a casa un pezzo dei paesi che hai visitato e un nuovə te.

Se è vero che bisogna conoscere tutte le regole, per poi infrangerne qualcuna, tratterò sì anche destinazioni classiche, ma soprattutto mete meno battute sempre attraverso un approccio immersivo per facilitare un incontro più autentico con le persone e i luoghi, provando e superando i confini della nostra zona di comfort.

Per la mia parte Analitica...

Sfruttando la mia propensione a organizzare viaggi, (lo ammetto, a volte sono una vera control freak!), riporterò tutte le info utili e pratiche per godervi le destinazioni a pieno e limitare sgradevoli sorprese in viaggio. Senza dimenticare però di lasciare un buon spazio all’improvvisazione, in cui spesso viviamo i momenti più indimenticabili!

Infine vi racconterò i luoghi sempre con un occhio al portafogli, al fine di ottimizzare  e mantenere alto il rapporto qualità/prezzo dei servizi scelti.

A chi mi rivolgo?

A chi cerca consigli di viaggio o a chi vuole imparare a organizzare i propri viaggi.

A chiunque abbia voglia di mettersi in discussione e usare il viaggio come strumento di esplorazione del mondo e di sé.

A chi come me si emoziona al click per l’acquisto di un nuovo biglietto.

A chi vuol farsi travolgere dai luoghi che visita e viverli al 110%.

A chi, appena tornato da un viaggio, pensa già al prossimo.

A chi vuole viaggiare fuori e dentro.

viaggio-fuori-e-dentro

Come accade all’attore, il viaggiatore ha il privilegio di provare a vivere le vite di altri. E dall’incontro con l’altro impariamo a scoprire davvero chi siamo.